25 ottobre 2013, ore 20.30 - Presentazione del Cd ed esperienza della Meditazione

Ho-oponopono

L'antica tecnica hawaiana dell' Ho’oponopono è uno strumento molto semplice e potente per ritrovare uno spazio di presenza, di pace e di responsabilità in situazioni che ci stanno affligendo nella relazione con una persona, che sia il partner, un componente della famiglia, un amico, una persona con cui lavoriamo, ma anche in situazioni in cui non sono coinvolte altre persone ma che sentiamo di "subire". La parola Ho’oponopono significa “mettere le cose al posto giusto”. È un tempo in cui tutti siamo molto provocati proprio nei nostri punti più vulnerabili...Trasformiamo tutte le crisi in occasioni di risveglio e di evoluzione per poter vivere pienamente la nostra Vita. La serata sarà un’occasione per sperimentare questa pratica su una situazione concreta con l'ispirazione della musica suonata al pianoforte con l’accordatura naturale a 432 Hz che accompagna e rende molto profondo tutto il processo. Saremo accompagnati dalla presenza di Leviel con i suoi Mandala, portali energetici multidimensionali di Amore e di Luce.

 

Amra Maria Grazia Bambini, musicista e insegnante, diplomata in Pianoforte, laureata in Economia e Commercio, ha una formazione poliedrica che coniuga l’aspetto artistico con le esigenze di concretezza che il nostro mondo richiede. Da sempre è alla ricerca di tutto quello che può aiutare a sentirsi più completi e più connessi con tutti e con tutto. Tra le formazioni più importanti quella sulle Costellazioni familiari (con Attilio Piazza, Bertold Ulsamer, Bert Hellinger, Ramateertha Robert Doetsch, Sneh Victoria Schnabel), quella in Comunicazione personale e transpersonale, quella sulle relazioni Uomo Donna e quella sulla lettura dell’inconscio attraverso tecniche di varia provenienza. È Master Reiki. Da sempre la chiave più importante è la sua particolare sensibilità, che le consente di intuire la via più veloce per essere d’aiuto nelle varie situazioni.


Per info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 347 2446411

Ingresso libero. Per ragioni organizzative è importante la prenotazione via mail o telefonica.