Event manager: quando il lavoro diventa passione

 

Per uno strano e forse non del tutto casuale scherzo del destino, il nome richiama per assonanza il suo ruolo di organizzatrice globale di Eventi, di Event Manager o Event Coordinator. Ed è un nome che pronuncia in modo solare e cordiale quando, con quel suo “Buongiorno, sono Eva”, trasforma, con semplicità, una normale telefonata conoscitiva in un inizio concreto di collaborazione.

Responsabile da molti anni del Centro Congressi Villa Ottoboni, Eva cura ogni evento con meticolosa attenzione e la sua esperienza le consente di consigliare sempre la soluzione migliore e di creare eventi su misura ogni volta diversi, e ogni volta “cuciti addosso” al cliente.

Per Eva, infatti, l’organizzazione di eventi è un mestiere sartoriale e ogni singola decisione va presa pensando al gusto e alle aspettative di chi sceglie la nostra meravigliosa location per mettere in scena un convegno o per organizzare un matrimonio memorabile e spettacolare. La stoffa e il fitting dell’abito sono le sale di Villa Ottoboni; il gesso che consumandosi lentamente sul tessuto prende le misure del corpo sono le necessità tecniche e il numero dei partecipanti; i bottoni, le zip e le pence sono invece i momenti di ristoro, le cene di gala o i pranzi nel parco: fattori decorativi e strategici che rendono unici e inimitabili tanto un capo di moda, quanto un evento aziendale.

Letterata per formazione e scrittrice per vocazione, Eva aggiorna continuamente il suo blog ubiquechic.com, in cui parla di lifestyle, moda e stile. “Stile ovunque”, recita infatti la tag-line del blog. Ovunque, appunto, quindi anche in ogni evento degno di chiamarsi tale. 

Abbiamo deciso di intervistare Eva per far emergere il capitale umano e professionale che ogni giorno troverete a Villa Ottoboni, elemento indispensabile per fare davvero della nostra Villa del Cinquecento uno spazio fuori dai luoghi comuni. 


A Villa Ottoboni di cosa ti occupi?
Mi occupo dell’organizzazione e della gestione degli eventi, ruolo che passa per il contatto diretto con ogni cliente, per quotazione e negoziazione, gestione di food and beverage, allestimenti, supervisione degli eventi in loco, e chi più ne ha, più ne metta!

Perché un azienda dovrebbe scegliere questa villa veneta per il proprio evento?
Perché è l’unica villa veneta a due passi dal centro interamente attrezzata per ospitare qualsiasi evento. Non solo matrimoni, ma anche tanti meeting e convegni. L’opportunità da cogliere per chi sceglie Villa Ottoboni è creare un incontro in cui natura e tecnologia occupano lo stesso posto. Bellezza e utilità, da noi, vanno di pari passo.

Cosa chiederà il cliente di domani a un centro congressi?
Sempre più flessibilità, sempre più cortesia, sempre più qualità.

La tua soddisfazione più grande a Villa Ottoboni.
Sono soddisfatta ogni volta che un cliente torna a Villa Ottoboni la seconda volta.

Descrivici Villa Ottoboni attraverso i 5 sensi.
La ritrovo nel profumo dell’erba tagliata e potrei dire che ha il sapore di una torta di alta pasticceria, che parte però da una ricetta di famiglia. La potrei intravedere nell’atmosfera di un’opera del Canaletto, ascoltare in una composizione di Vivaldi, incontrare al tatto nel velluto.

Preferisci organizzare eventi business o eventi privati?
Premetto che mi piace organizzare tutto, purché ci sia la possibilità di costruire ad personam: incontrare un cliente, ascoltare le sue esigenze e ipotizzarne le soluzioni più adatte. Detto ciò, mi piace prendermi cura dei momenti divertenti per gli eventi business: consigliare un’area della villa piuttosto che un’altra per una cena di lavoro o una festa aziendale, proporre un menu, un allestimento floreale.

Come nasce Ubiquechic? 
Ubiquechic nasce in una sera di mezza estate del 2009. Volevo scrivere la mia opinione in fatto di stile e non solo continuare a pensarla e basta. 

Event manager e blogger hanno punti in comune? Come si sviluppa la tua giornata rispetto a queste due attività?
 
In comune ci sono la continua ricerca del bello e dell’appropriato, del consono che piace e stupisce senza fare troppo rumore, e la possibilità di proporlo. Per quanto riguarda l’organizzazione del tempo, mi alzo molto presto e spesso vado a letto tardi; amo dormire ma di più bloggare. Una volta che la mia giornata a Villa Ottoboni si conclude, inizia il resto. Tendenzialmente scrivo e cucino.

Il tuo blog spesso racconta storie attraverso contrasti o armonie, perché?
Perché credo che l’unione di contrasti e armonie generi unicità.

Contrasto e armonia di Villa Ottoboni.
Trachite grigia della pavimentazione interna / prato verde esterno.

Il luogo e momento che preferisci a Villa Ottoboni?
Primavera, ore 11.00 del mattino, giardino di fronte alla barchessa. Il gioco di luce che si crea a quest’ora supera qualsiasi scenografia.

Come cambierai Villa Ottoboni nei prossimi 365 giorni?
Eleganza naturale, tecnologia e cura dei dettagli: punto a valorizzare ancora di più questi tre aspetti della location e a fonderli tra loro in un amalgama sempre più compatto.