Wine experience a Villa Ottoboni


Hai mai pensato di organizzare un’esperienza di team building a Padova?

Leggi questo articolo e scopri una tecnica fuori dai luoghi comuni


Ci può essere collegamento tra una buona bottiglia di vino e le performance di un’azienda? Potrà sembrare strano, quasi un controsenso, ma la risposta è sì.

 

Andando oltre l’aspetto conviviale, il vino può essere uno spunto per alcune attività del tutto originali e che si distanziano dal normale aperitivo dopo un meeting o un convegno, e può essere presentato come un ingrediente unico per una ricetta innovativa di incontri aziendali.

 

Ma come avvicinare la bevanda che per eccellenza è associata a momenti di piacere e di festa a quelle attività che creano un valore reale per un’impresa?

Un esempio può essere una sessione di Team Building, che vede al centro dell’incontro proprio il vino. 
Altre idee su come organizzare attività di team building a Padova? Leggi questo articolo.

 

Migliorare la comunicazione all’interno del gruppo, creare legami più forti, superare eventuali timori e imbarazzi: questi sono solo alcuni degli obiettivi del Team Building e il vino può essere un alleato importante per raggiungerli.
Infatti, una degustazione può essere il punto di inizio per un confronto tra collaboratori e colleghi, per uno scambio di idee, opinioni e sensazioni su un determinato prodotto.

 

Ovviamente è consigliabile affidare l’incontro a un sommelier professionista, che, oltre a creare una scaletta coerente di degustazione, introduce i vini prima dell’assaggio, spigandone l’origine, il metodo di produzione e le caratteristiche organolettiche principali. 

 

Il resto viene da sé, ed è proprio ciò che rappresenta il valore per l’azienda: con un po’ di concentrazione e con l’aiuto del sommelier, ognuno può trovare in un calice di vino alcuni profumi e aromi che lo accompagnano in un’esperienza soggettiva e personale, che rimandano a momenti passati e che evocano sensazioni proprie. Il passo successivo è condividere con gli altri partecipanti il proprio punto di vista, facendo cadere qualsiasi soggezione e cercando di individuare i punti in comune. Si scoprirà che lo stesso vino è fonte di racconti diversi, ma comunica a ciascuno attraverso la stessa lingua: le emozioni.

 

Che sia una degustazione verticale di prodotti simili, magari di uno stesso territorio o di prodotti diversi di una stessa Maison poco importa, ciò che risulta fondamentale è il luogo. Infatti lo spazio deve essere accogliente, tranquillo, con luci adeguate: in poche parole, deve mettere a proprio agio i partecipanti. Ecco allora che un contesto storico risulta particolarmente indicato ed evocativo, magari in un parco, alla luce del tramonto.

 

Di sicuro, anche un semplice banco d’assaggio di spumanti del nostro territorio, condotto da un esperto o direttamente dal produttore, è una valida alternativa all’aperitivo dopo una giornata di lavoro o di meeting, che riesce a coinvolgere e divertire i partecipanti.

 

Ora non resta che stappare una bottiglia e augurare “Cin Cin”!

Interessato a organizzare una sessione di team building a Padova? Scrivici ora