Matrimonio intimo a Padova: meglio pochi ma buoni

Oggi vogliamo portare alla vostra attenzione l’organizzazione di un matrimonio intimo a Padova, nella sua accezione di matrimonio raccolto.
Infatti, se per molte persone il giorno del loro matrimonio è immaginato come quello di una grande festa a cui partecipano tutti i parenti e amici da ogni dove, per molte altre l’idea di un ricevimento troppo numeroso o troppo altisonante suona in testa, e nel cuore, davvero male.

Ipotizzare di sposarsi pianificando un matrimonio intimo non significa fare una scelta solo di natura economica, cioè ridurre i costi. Molti futuri sposi magari sono in seconde nozze e sentono il desiderio di dire “sì” in modo più silenzioso, non hanno voglia di invitare chiunque solo perché “così si deve fare”, oppure sono semplicemente persone più riservate, che per indole gradiscono situazioni tranquille e non apprezzano i protagonismi.

Per tutti questi motivi, dunque, oggi vogliamo raccontarvi come è possibile organizzare a Villa Ottoboni un micro-matrimonio, cioè un ricevimento di nozze fino a 40 invitati.

Ecco i 5 punti forza della nostra struttura per occasioni di questo tipo:


1. Lo sapete che la nostra villa veneta dispone al suo interno di un oratorio consacrato?
Una piccola chiesetta, romantica e con un affresco del ‘700 che la domina dall’alto, dove dire sì in un ambiente storico semplice ed elegante. L’oratorio può accogliere fino a 30 persone sedute.

2. Il corpo centrale della nostra location per matrimoni è uno spazio costituito da saloni di media grandezza, luminosi e molto eleganti. Il piano nobile di Villa Ottoboni, prezioso ed esclusivo, viene riservato proprio per matrimoni ridotti e piccoli eventi. Crediamo che un ricevimento di piccole dimensioni possa sbizzarrirsi nell’attenzione ai dettagli estremi, non lo credete anche voi?

3. L’area del parco frontale della Villa ospita un giardino all’italiana molto curato. Come di certo saprete, il giardino all’italiana è uno stile di giardino di origine tardo-rinascimentale, caratterizzato da una suddivisione geometrica degli spazi, ottenuta con l'utilizzo di filari alberati e siepi. Spazi definiti, quindi, che permettono di non disperdere gli invitati in distese verdi eccessivamente grandi e, al contempo, di non far venire meno la spettacolare visione d’insieme.

4. La piazzetta. Nel cuore di Villa Ottoboni, tra il corpo centrale e le aree perpendicolari, c’è una piccola piazza di trachite, suggestiva e di sicuro impatto visivo ed emozionale. Qui, nella bella stagione, un numero esiguo di invitati può intrattenersi proprio come farebbe in una piazzetta riservata di un borgo. Immaginate una lunga catenaria di lampadine che la arreda e illumina dall’alto, sedie, cuscini bianchi e un aperitivo di benvenuto dal sapore unico. Benvenuti in un sogno!

5. Il tavolo unico. Scegliere di sposarsi secondo la formula del matrimonio intimo concede la possibilità di fare una una grande scelta: accomodare tutti gli invitati su unico, più o meno grande, tavolo. Oltre al parco e alle sale interne, Villa Ottoboni dispone di una barchessa coperta, adatta proprio per questo tipo di allestimento. Convivialità estrema, originalità, buongusto.

Cosa aspettate a chiamarci? Stendere la lista invitati di un micro matrimonio è cosa veloce!