Cosa visitare a Padova dopo il tuo meeting aziendale

Hai già pensato di organizzare il tuo meeting a Villa Ottoboni? La nostra struttura si trova a pochi chilometri dal centro di Padova, quindi quale migliore occasione per unire business e piacere? 
In questo articolo vi diamo alcuni spunti per scoprire dei luoghi poco visitati di Padova, adatti quindi sia a chi ha già visto la città più volte, ma anche a chi non l’ha mai vista prima. 

Volete un’idea originale per creare un’attività di team building? Organizzate un pomeriggio alla scoperta dei luoghi poco visitati di Padova: create un itinerario unico con i luoghi che vi proponiamo qui di seguito e dividete il vostro team in piccoli gruppi. Ognuno dovrà occuparsi di organizzare la visita in ognuno dei luoghi cercando informazioni, orari e particolarità dei posti. Alla fine ognuno avrà contribuito ad insegnare agli altri qualcosa di nuovo. Organizzate poi la vostra cena aziendale a Villa Ottoboni, sarà una degna conclusione della vostra giornata all’insegna della scoperta!

Vi elenchiamo qui di seguito i luoghi poco visitati di Padova che meritano (secondo noi) di essere visti almeno una volta.

Gli affreschi di Giotto e Giusto de Menabuoi. Uno dei cicli di affreschi medievali più famosi al mondo è quello che decora la cappella degli Scrovegni. A realizzarlo fu Giotto, nel 1305, su commissione del nobile patavino Enrico Scrovegni, che voleva esservi sepolto. 
Altrettanto suggestivi però sono gli affreschi del Battistero di San Giovanni Battista: realizzati da Giusto de Menabuoi nel 1376-78, vi faranno rimanere senza fiato. 

 

 

 

 

La Scoletta del Carmine. Si tratta di una bellissima chiesetta affrescata posta accanto all’omonima chiesa del Carmine. È un vero capolavoro del trecento padovano. Questo luogo entra sicuramente nella lista dei luoghi poco visitati di Padova, pochissimi infatti ne conoscono l’esistenza. È aperta solo il martedì e il giovedì, quindi ricordatevene quando deciderete di organizzare il vostro convegno a Villa Ottoboni!

 

 

 

 

L’orologio di piazza dei signori. Pochi sanno che questo orologio è visitabile all’interno: esso indica oltre alle ore, i mesi, il giro del sole per lo zodiaco, le fasi lunari e i moti dei pianeti. 

 

L’oratorio di San Giorgio. Dopo una visita d’obbligo alla basilica di Sant’Antonio, vale la pena soffermarsi a visitare anche questo piccolo capolavoro di arte trecentesca. L’oratorio contiene dei meravigliosi affreschi eseguiti tra il 1379 e il 1384 da Altichiero da Zevio .

 

 

 

 

Chiesa degli Eremitani. Qui il capolavoro del Mantegna, che aveva affrescato la cappella Ovetari a metà Quattrocento, è stato ridotto in briciole da un bombardamento nel 1944, ma con la tecnologia e molta pazienza è stato recuperato.

 

Palazzo Liviano. Il palazzo fu edificato su iniziativa di Carlo Anti, rettore dell'Università di Padova dal 1932 al 1943, che in tale periodo fece ristrutturare molti dei palazzi dell'ateneo invitando a Padova alcuni tra i maggiori artisti nazionali. Il Liviano fu costruito dall'architetto milanese Gio Ponti, che si occupò anche di diversi particolari dell'arredamento interno. Il palazzo contiene il museo di scienze archeologiche d’arte e la meravigliosa sala dei Giganti, oggi utilizzata soprattutto durante concerti. 

 

 

 

 

Museo del precinema. Ospita la collezione Minici Zotti, composta di vedute ottiche, giochi e strumenti ingegnosi dell'epoca prima del cinema. 

 

La specola. Altro fiore all'occhiello di Padova è l'osservatorio astronomico, detto anche Specola, che dal 1777 è collocato sull'antica Torlonga del castello. Oggi la struttura è un museo, accessibile mediante visite guidate: numerosi gli oggetti esposti (dai cannocchiali agli strumenti per lo studio della meteorologia) e bellissima la vista sui canali. 

 

 

 

 

Il Musme. Il Musme (Museo di Storia della Medicina in Padova) è davvero un luogo unico nel suo genere. Merita una visita approfondita. È un museo moderno, interattivo, dove la tradizione si coniuga perfettamente con le nuove scoperte tecnologiche.

 

 

 

 

Avete deciso cosa volete visitare? Mentre decidete cosa vedere, organizzate anche la vostra giornata business a Villa Ottoboni!